MINISTERO DELL'UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

RELAZIONE ANNUALE

RESPONSABILE UNITÀ DI RICERCA

Anno 2005 - prot. 2005131559_001





Responsabile Scientifico dell'Unità di Ricerca: 

SALVADORI Neri

 
Università 

Università degli Studi di PISA

 
Quota Cofinanziamento MIUR 

63.000 €

 
Quota Cofinanziamento ATENEO 

27.000 €

 
Cofinanziamento altri ENTI 

0 €

 
Totale finanziamento 

90.000 €

 



Illustrazione dell'attività svolta

Il progetto di ricerca dell’unità di Pisa si articola su tre temi: dinamiche istituzionali, dinamiche sociali, il ruolo del cambiamento tecnologico. Nel progetto di ricerca nazionale i tre temi sono stati individuati sotto i punti A, B, ed E. Per motivi di spazio non è possibile fornire un sommario dei lavori menzionati. Per i lavori pubblicati nella collana dei Working Papers del gruppo di ricerca nazionale il lettore potrò consultare il sito http://growthgroup.ec.unipi.it/workingpapers.htm; per i lavori presentati nei due workshop di Ancona (20-21 ottobre 2006) e di Siena (25-27 gennaio 2007) il lettore potrò consultare il sito http://growthgroup.ec.unipi.it/workshops.html.

Dinamiche istituzionali
Anche se gli elementi specifici su cui è emerso un consenso sono pochi, si riconosce in letteratura una stretta connessione fra le istituzioni economiche e sociali che caratterizzano una data economia e la sua crescita economica: da un lato alcune forme istituzionali svolgono un’azione che incoraggia l’accumulazione delle risorse economiche, anche se non sono state designate per svolgere tale azione; dall’altro le economie in crescita creano le istituzioni di cui hanno bisogno. Alcuni lavori sono in avanzato stato di elaborazione: sono stati o inseriti nella collana dei Working Papers del gruppo o presentati nel workshop di Siena (25-27 gennaio 2007). Altri saranno presentati nel Workshop che si terrà a Pisa in aprile. In particolare si fa riferimento ai seguenti lavori.

Luciano Fanti e Luca Gori: Regulated wage econmy and taxation systems: a long run welfare and growth analysis (presentato al Workshop di Siena)

Luciano Fanti e Luca Gori: Imperfezioni del mercato del lavoro e modelli di crescita a generazioni sovrapposte (in fase avanzata, sarà presentato nel Workshop di Pisa).

Nel lavoro si analizzano le imperfezioni dei mercati (mercato del prodotto e mercato del lavoro, in quest'ultimo principalmente salario minimo, union bargaining, salario d'efficienza e così via), equilibri multipli nella crescita, corrispondenti trappole della povertà, e ruolo delle politiche pubbliche nel contesto di modelli OLG à la Samuelson-Diamond (esteso a funzioni di utilità più generali, includendo deviazioni dal regime di concorrenza perfetta e confrontando il caso di aspettative "miopi" e di "previsione perfetta")

Carmelo Parello: An Innovation-Based Growth Model of Unemployment and Wage Inequality” (in fase avanzata, sarà presentato nel Workshop di Pisa).
Schumpeterian growth literature has analyzed the relationship between growth and unemployment by focusing on an hybrid R&D-based endogenous growth model, in which unemployment results because of the existence of market frictions. Although this approach is capable of detecting the role played by technological progress in destroying jobs, this literature is silent as regard the issue of change in wage inequality that technological progress generates over time. This contribution fills this gap, by using a Schumpeterian endogenous growth mode in which (i) productivity of labour is assumed to be affected by the firms wage offer (ii) effort may differ among individuals and (iii) the increase in efficiency resulting from the same increase in effortdiffers across manufacturing and R&D but not between industries. Further, individuals are either employed or unemployed. If they are employed, they can adjust their effort, but they also derive some disutility from effort at work. The paper (i) builds a tractable analytical framework in which both innovation-based growth and unemployment are endogenous outcomes of the model (ii) highlights the existing relationship between technological advances, the rise of unemployment and the evolution of wage inequality (iii) analyzes the relationship between R&D policy and employment policy.

Luciano Boggio: Long-run effects of low-wage countries’ growing competitiveness and exports of manufactures (Working Papers del gruppo).

Maurizio Lisciandra: The Role of Reciprocating Behaviour in Contract Choice (Working Papers del gruppo).


Dinamiche sociali
Sebbene il concetto di dinamica sociale sia molto ampio e comprenda una varietà di questioni, un elemento comune a questa letteratura riguarda la considerazione che le scelte e i risultati individuali non siano condizionati solo indirettamente, cioè attraverso il mercato, dalle azioni e dai comportamenti di altri individui, ma anche direttamente tramite processi imitativi, di apprendimento, di pressione e di esclusione sociale, di diffusione e scambio interpersonale di informazioni e, più in generale, per effetto di esternalità operanti al di fuori dei meccanismi di mercato. Alcuni lavori sono in avanzato stato di elaborazione e sono stati inseriti nella collana dei Working Papers del gruppo di ricerca nazionale (http:/Growthgroup.ec.unipi.it) e presentati nei due workshop di Ancona (20-21 ottobre 2006) e di Siena (25-27 gennaio 2007). Altri saranno presentati in Workshop futuri. In particolare si fa riferimento ai seguenti lavori.

Arrigo Opocher: Does economic growth ultimately lead to a “nobler life”? A comparative analysis of the predictions of Mill, Marshall and Keynes (presentato al Workshop di Ancona e presente nei Working Papers del gruppo).

Mario Pomini, “The debate on education financing in the Classical school” (presentato al Workshop di ad Ancona).

Mario Pomini: “Endogenous growth and educational systems”. (presentato al Workshop di Siena)

Thomas Bassetti: Education and poverty in a Solow growth model (in fase avanzata, sarà presentato nel Workshop di Pisa)
Il lavoro mostra come l’accumulazione di capitale umano possa seguire delle dinamiche non lineari. Partendo da un equazione di accumulazione di capitale umano alla Lucas (1988), sotto ipotesi piuttosto plausibili, perviene ad una funzione di produzione del capitale umano di tipo logistico. Successivamente si analizza un modello soloviano “modificato” in grado di spiegare l’esistenza di “trappole della povertà” nel percorso di crescita di un sistema economico. Una delle principali implicazioni di questo modello sarà quella di supportare le politiche di sostegno all’educazione al fine di consentire ai paesi meno sviluppati di uscire dalla c.d. “trappola della povertà”. L’ultima parte del lavoro è infine dedicata alla verifica empirica.

GianPaolo Mariutti: Something new under the sun – The structural evolution of learning and wealth since the First industrial revolution (in fase avanzata, sarà presentato nel Workshop di Pisa).
The aim of this paper is threefold. First, it tries to collect in systematic form some empirical evidence on the composition of a) economic production (sectoral composition of output) and b) human knowledge production (in particular in the composition of university departments and students by academic field). Second, it tries to show from this evidence that in the long-run structural change is an important dimension of both system a) and b), and that the two systems do not change one independently from the other, but rather that they co-evolve. Third, the paper tries to outline some regularities (stylized facts) of this new dimension in a multisectoral model of economic growth with non-proportional dynamics. In so doing, it singles outs two structural components in the process of economic growth: the intrasectoral component which acts within each sector and allows the raise of productivity through time; and the intersectoral component which acts –through the movement of the labour force – across sectors. It is the interplay of these two components that produces, in an economic system, the overall rate of growth.

Tamara Fioroni e Lucia Zanelli: Health Expenditure, Economic Growth and Inequality: Private versus Public System (in fase avanzata, sarà presentato nel Workshop di Pisa).
In this paper we analyze how different health spending systems can affect economic growth and inequality. The main idea is to develop an overlapping generations model in which individuals live for three periods and have an endogenous probability to survive to old age depending on health spending. Health is assumed to be a durable capital stock that is demanded as consumption commodity, since it increases individual’s utility, and as an investment commodity, since it determines the total amount of time available for market and non-market activities (Grossman, 1972). Moreover, health is a superior good; it implies that, as people get richer and their consumption rises, they devote an increasing share of resources to health care (Jones and Hall, 2005). In this context, we compare the implications of a private and public health system for economic growth and inequality in developed and developing countries.

Andrea Mario Lavezzi e Nicola Meccheri: Random Networks, Output and Inequality (non in fase avanzata, sara’ presentato nel quarto Workshop, a luglio del 2007).
The model of job contact networks of Calvò-Armengol and Jackson (2004, 2005) is extended in order to consider random networks, that is networks in which the link structure is drawn from a known distribution in every period, drawing on Lavezzi and Meccheri (2005) for the consideration of heterogeneous jobs. In this way we aim at two results: to isolate the "pure" effect of network density (which reflects the average number of links in a network) from the effect of topology (discussed in detail in Lavezzi and Meccheri, 2006); to suggest a possible way of evaluating the "strength of weak ties hypothesis" (Granovetter, 1973), when random links are interpreted as "weak links", that is social relationships characterized by a low frequency of interaction.

Simone D'Alessandro and Neri Salvadori: Pasinetti versus Rebelo:Two different models or just one? (Working Papers del gruppo).

Valentino Dardanoni - Antonio Forcina - Salvatore Modica: Role effects in education transmission (Working Papers del gruppo)

Mario Pomini: The Pasinetti’s Structural Dynamics in a historical perspective (Working Papers del gruppo)


Il ruolo del cambiamento tecnologico
Il principale canale attraverso cui le istituzioni influiscono sul processo di crescita è costituito dalla produzione della conoscenza e, quindi del cambiamento tecnologico. Nelle società contemporanee la ricerca scientifica si svolge attraverso una pluralità di istituzioni che finanziano, organizzano e indirizzano l’attività di ricerca dei singoli ricercatori e selezionano i risultati del lavoro scientifico. Tali istituzioni stabiliscono le regole del gioco scientifico, ossia definiscono l’agenda della ricerca, la struttura di incentivi e penalità connesse al lavoro scientifico, definiscono i curricula e le modalità delle carriere, le procedure per la ripartizione delle risorse finanziarie, gli standards della valutazione del prodotto scientifico etc. Alcuni lavori sono in avanzato stato di elaborazione e sono stati inseriti nella collana dei Working Papers del gruppo e presentati nel Workshop di Siena (25-27 gennaio 2007). Altri saranno presentati nel Workshop che si terrà a Pisa in aprile. In particolare si fa riferimento ai seguenti lavori.

Antonio D’Agata: “An adaptive model of structural change” (presentato al Workshop di Siena).

Guido Cozzi and Silvia Galli: “Sequential R&D and Public Researchers’ Altruism” (presentato al Workshop di Siena)

Luca Spinesi: “Basic Research and Product Development: the role of Public and Private research effort” (in fase avanzata, sarà presentato nel Workshop di Pisa).
Standard neo-schumpeterian growth theory considers research and development as the fundamental engine for economic growth. Usually, this strand of literature considers that private agents/firms undertake R&D investment spurred by monopolistic rents they can appropriate. The usual way in which the government enters in R&D activity is by granting intellectual property rights protection to innovators, and by directly or indirectly subsiding R&D. The paper considers the case in which the government plays an active role in conducting research, that is the government is engaged in basic research program. It studies the interplay between private and public R&D and investigates the complementary or substitution relationship between private and public R&D. Finally the paper studies how the presence of both public basic research and private R&D affects the economic performance of a country.

Guido Cozzi and Silvia Galli: Changing the Research Patenting Regime: Schumpeterian Explanation" (Working Papers del gruppo).




Schema riassuntivo dei fondi utilizzati (cifre spese)

Voce di spesa  Spese indicate
nella rideterminazione di base e/o rimodulazione 
Cifra spesa  Descrizione
 
Materiale inventariabile 

5.000

 

 

 
Grandi Attrezzature 

0

 

 

 
Materiale di consumo 

800

 

 

 
Quota forfetaria certificata 

7.200

 

 

 
Spese per calcolo ed elaborazione dati 

1.000

 

 

 
Personale a contratto (escluse le borse di dottorato) 

7.000

 

5.600

 

Borsa di studio

 
Dottorati di ricerca a carico del PRIN 2005 

0

 

 

 
Servizi esterni 

2.000

 

 

 
Missioni 

38.000

 

8.432

 

Partecipazione alle riunioni del gruppo, partecipazioni a convegni, incontri di lavoro

 
Pubblicazioni 

3.000

 

155

 

Submission fees

 
Partecipazione / Organizzazione convegni 

25.000

 

820

 

Organizzazione riunione del gruppo

 
Altro 

1.000

 

 

 

TOTALE

90.000 

15.007 

  




Data 28/02/2007 19:18